Cerca
  • matteo

Gnocchi alla Sorrentina e AngHelles di Interno 7

Chi ci crede che un piatto cucinato a 250 gradi possa rinfrescare? Noi!


Del resto anche quando fuori fa tanto caldo, non ci va di cucinare ma non vogliamo rinunziare al buon gusto, le Tartarughe Ninja che sono in noi escono fuori al grido di "Pizza!", con decisione unanime di tutt'e quattro le testuggini.

I Gnocchi alla Sorrentina sono il corrispondente della Margherita per chi non dispone di forno a legna e deve accontentarsi del convenzionale forno da gastronomia. Olio di gomito per condire e lubrificare, che i gnocchi non si vestono da soli.


Tre ingredienti, tutti di eccelsa qualità per favore. I summenzionati gnocchi, la passata di pomodoro e la mozzarella di bufala campana. Meglio ancora stringere il cerchio sulla sola Battipaglia. Parmigiano Reggiano per farcitura lussuriosa e godereccia.


Ritorniamo alla cara amica pizza: anche i gnocchi meriterebbero un accompagnamento di pari spessore amidaceo. Birra a tendenza dolce è cosa ben gradita, preferibilmente con base di malti caramello per richiamare le note tostate della croccante crosticina in superficie.


Codesta volta però abbiamo voluto ascoltare il nostro angelo interiore e dato una chance a AngHelles di Interno 7 Beer, già disponibile tra le più meglio birre in quel di Quinto Vicentino. La classica birra chiara ma sempreverde, da bere dall'antipasto al post cena defaticante, passando attraverso i gnocchi appunto.


Farina e patate abbracciano il superbo spessore panificato dei malti Pilsner, qui strizzati a dovere, come solo le cugine crucche che adottano il severo regime della decozione sanno fare. La delicata luppolatura sussurra un amaro floreale e delicatamente speziato, che convola a nozze con l'abbondante basilico - il quarto ingrediente, ingiustamente dimenticato. Nel frattempo il fragrante panificato funziona a mo' di panino con cui fare scarpetta e catturare la nostra mozzarellona, di consistenza pienotta e ancora dura nonostante l'alta cottura, dalla masticabilità infinita. Weizen e Blanche andrebbero bene per un assaggio in purezza, realizzando un matrimonio tra parentele acide. Ma qual è la prima regola che ci imparano a scuola? Il pomodoro genera acidità e per tenerla a freno occorre strapazzarla di coccole. Indi per cui dolcezza.


Piatto semplice, birra semplice, abbinamento semplice. Oltre la Manica si dice less is more, da noi si dice facile come bere un secchio di AngHelles. That's amore!


AngHelles e le sue sorelle, Flora e In Saaz We Trust, saranno presenti e presentate dagli stessi birrai in occasione del secondo appuntamento de Il Sabato dello Spaccio. Vi attendiamo.

19 visualizzazioni

04441838519

©2020 di Spaccisti Delivery